Farmaci e prodotti tossici, chi contattare e come agire


Stai programmando una gravidanza, oppure pensi di essere in dolce attesa o stai allattando?


Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha lanciato una campagna “Farmaci in gravidanza” con lo scopo di diffondere informazioni certificate e corrette sull’impiego dei farmaci e ad orientare le scelte prescrittive all’insegna dell’appropriatezza.


Durante la gravidanza la madre e il feto rappresentano infatti un’unità inseparabile e lo stato di salute della madre costituisce un requisito indispensabile per un regolare sviluppo del feto.

Da tutto ciò discende la necessità di investire nella corretta informazione sull’importanza di assumere i farmaci in gravidanza quando ritenuto necessario dal medico.



  • il farmaco in gravidanza, quando necessario e prescritto dal medico, deve essere assunto per la salute della donna e del proprio bambino;

  • non curarsi mette a rischio la salute del nascituro e la propria;

  • una malattia cronica che richiede cure farmacologiche non e’ incompatibile con la gravidanza; è opportuno parlarne con il proprio medico;

  • la sostituzione di un farmaco prescritto in gravidanza, o la modifica delle dosi, deve essere effettuata esclusivamente dal medico;

  • solo il 2% degli effetti teratogeni sono dovuti ai farmaci in gravidanza;

  • il dosaggio di molte terapie croniche può richiedere di essere rimodulato.


È sicuro usare farmaci se sto pensando di avere un bambino? E se sono in gravidanza o sto allattando al seno? Cosa succede se mi ammalo e ho necessità di curarmi?

Curarti è importante per la tua salute e quella del tuo bambino, ricorda sempre che sarà il tuo medico a prescriverti la cura. È indispensabile consultare il proprio medico prima di assumere farmaci oppure esporsi a prodotti ritenuti tossici.


Il mio medico non risponde, a chi rivolgermi?
Non sapevo di essere in dolce attesa, ho assunto farmaci o sostanze tossiche, cosa fare ?

Scarica ora il pdf per avere tutte le info a portata di mano:


Farmaci e prodotti tossici
.pdf
Download PDF • 56KB

Il servizio di consulenza telefonica e ambulatoriale su farmaci e tossici in gravidanza e allattamento CRR Tossicologia Perinatale, Careggi chiamando 055 794 6731


Puoi rivolgerti in caso di :

  • consulenza preconcezionale a coppie con problemi di fertilità da possibile esposizione a farmaci o tossici

  • valutazione del rischio gestazionale da farmaci, tossici ambientali e professionali, radiazioni

  • indicazioni sull’uso di farmaci in allattamento

  • valutazione retrospettica su effetti avversi nel concepito


Telefono Rosso Policlinico Gemelli, Roma offre un servizio gratuito per la tutela della salute della madre e del concepito.

Il servizio è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 chiamando 06 3050077




Bambini, farmaci e intossicazioni


I bambini più piccoli spesso portano alla bocca tutto quello che trovano. sapevi che più del 50% delle richieste d'intervento che giungono al centro antiveleno interessano la fascia d'età da 1 a 4 anni.

Gli avvelenamenti possono avvenire in molti modi, dall'ingestione di cibi avariati a quella di sostanze nocive come insetticidi, farmaci e molti altri prodotti in casa.


Applica le regole d'oro per ridurre l'incidenza di questi episodi:


  • Non travasare mai nessun prodotto chimico (candeggina, benzina , detersivo liquido) in bottiglia di acqua minerale, bibite o bottiglia di latte... è facile dimenticarsene o confondersi.

  • Non trasferire i farmaci dalle confezioni originali per esempio ai portapillole: potrebbero esser scambiati per caramelle ed ingeriti dai bambini; inoltre, cosa non meno importante, in caso di ingestione accidentale è essenziale sapere di quale farmaco si tratta e a che dosaggio e in che quantità è stato assunto.

  • Ricordati di mettere in sicurezza anche la casa dei nonni...

  • Conserva farmaci o prodotti tossici in sicurezza fuori dalla portata dei bambini.

  • Insegna fin da subito i segnali di pericolo al tuo bambino, non chiamare mai i farmaci o le pillole "caramelle".


In caso di ingestione accidentale cosa fare?


Chiamare il Centro Antiveleno più vicino, non prendere iniziative personali qualsiasi provvedimento deve essere concordato con il medico. Quindi in caso di ingestione di una sostanza pericolosa, o anche solo in caso di sospetto, non attendere che si manifestino i primi disturbi. Alcune sostante caustiche richiedono tempo prima di provocare dolore: ciò non significa che hanno prodotto lesioni anche gravi. Cercate di individuare la sostanza ingerita, la quantità e contattare il medico del Centro Antiveleno e vi suggeriranno il comportamento più appropriato.


Az. Osp. “Careggi” U.O. Tossicologia Medica Firenze Largo Brambilla, 3 – CAP 50134 Tel. 055-7947819


CAV “Osp. Pediatrico Bambino Gesù” Dip. Emergenza e Accettazione DEA Roma – Piazza Sant’Onofrio, 4 –  CAP 00165. Tel. 06 68593726.


CAV Centro Nazionale di Informazione Tossicologica Pavia Via Salvatore Maugeri, 10 – CAP 27100 Tel. 0382-24444


Scarica ora il pdf per avere tutte le info a portata di mano:

Farmaci e prodotti tossici
.pdf
Download PDF • 56KB

Fonti: www.aifa.gov.it , Manuale di primo soccorso pediatrico, www.cnsc.iss.it


14 visualizzazioni

Follow us

@9Mesi Center by Fima srl 

P.I 01339590471

Via di Porta Lucchese N°7 Pistoia 51100

Privacy Policy

Proudly created with Wix.com

  • Facebook - White Circle