4 Step per riconoscere una diastasi addominale




Negli ultimi giorni abbiamo condiviso molte informazioni sulla diastasi addominale e l’argomento ha suscitato molto interesse.


Nel nostro piccolo più del 38% delle donne che interagiscono con i nostri canali non conosce questa problematica .

La diastasi dei retti addominali consiste nella separazione eccessiva della parte desta e sinistra del muscolo retto addominale della linea mediana detta anche linea alba.

Durante la gravidanza la linea mediana costituita da tessuto molto resiste ma poco elastico che si allunga (per lo spostamento dei retti) e si assottiglia per dare sempre più spazio all’accrescimento dell’utero. Questa modificazione è fisiologica ed è ben percepibile nell’ultimo trimestre.


Invece la diastasi addominale patologica può esser congenita e può coinvolgere sia uomini che donne e tra le cause più frequenti troviamo l’obesità, l’indebolimento muscolare…


Si può prevenire la diastasi addominale in gravidanza?


Sono stati individuati dei fattori di rischio tra cui :

  • L’età

  • Mantenimento del peso corporeo durante la gravidanza

  • Altre gravidanze precedenti

  • Gravidanze gemellari

Essenziale è percepire che durante la gravidanza il nostro corpo sta cambiando e pertanto è importante ascoltarlo e seguire dei percorsi specifici per mantenerlo allenato con giusto equilibrio.


Molto spesso le attività per gestanti da molte donne sono sottovalutare perché comparare ad attività per ultra ottantenni!


Step 1: dimentichiamo almeno per i prossimi 12 mesi i vecchi allenamenti e seguiamo un percorso mirato e guidato da personale qualificato per il momento che stiamo vivendo.


Tra le indicazioni in gravidanza ritroviamo quanto detto:


  • Non eccedere con l’attività fisica e non sforzare o stimolare la muscolatura addominale.

  • Contenere il peso corporeo.

  • Lavorare sulla postura e sulla respirazione per mantenere una pressione addominale adeguata.

  • Lavorare costantemente con esercizi specifici per il pavimento pelvico.


Come trattare l’addome nel post parto?


Nel post parto la muscolatura addominale ritornerà alle sue condizioni iniziali in 8-12 settimane, in alcuni casi sono necessari oltre 6 mesi dal parto.


In questo periodo più o meno lungo, in relazione alla propria storia, il copro non deve esser trascurato ma nemmeno stressato.


Credo che il termine più opportuno sia:

Riabilitato, i muscoli dovranno esser risvegliati e risollecitati con la giusta calibrazione e con il tempo che il nostro corpo richiede.


Non ti immaginerai mai ma l’attività N°1 nell’immediato postparto, quella che ti aiuterà di più è proprio la RESPIRAZIONE.


Sì proprio così i primi esercizi sono dedicati alla corretta respirazione, grazie a questi indirettamente si lavora sulla pressione addominale intera, sul diaframma e pavimento pelvico.


Tra le indicazioni nel post parto ritroviamo:

  • Evitare sforzi eccessivi

  • Evitare allenamenti con crunch addominali

  • Concedersi il giusto riposo

  • Allattare da sedute

  • Evitare posizione eretta per troppo tempo


Seguire un programma di riabilitazione addominale specifico come la ginnastica addominale ipopressiva


Come posso capire se ho una diastasi addominale?


Ti ricordiamo che è consigliabile sempre il confronto con il proprio ginecologo o il proprio medico per una diagnosi effettiva meglio se con mezzo ecografico.

Il tuo medico ti darà le indicazioni relative in relazione alla diagnosi, questo articolo ha scopo informativo e non medico.


Dr.ssa Elisa Casini, Chinesiologa specialista in ginnastica Hipopressiva e riabilitazione posturale condivide con noi alcuni semplici step per l’autovalutazione

1-Sdraiati, schiena a terra e gambe piegate


2-Posiziona una mano dietro la nuca, e l’altra sull’addome con il pollice perpendicolare appena sopra l’ombelico



3-Inspira ed espirando fai un crunch addominale premendo leggermente il pollice tra le pareti del muscolo.


4- Più la contrazione aumenta più la distanza tra i retti dovrebbe diminuire, riducendo lo spazio dove stai facendo pressione.




Si parla di diastasi addominale quando lo spazio che separa i 2 muscoli è tra i 3-4 centimetri circa 2-3 dita.


Dopo il consulto con il medico, puoi lavorare con la ginnastica ipopressiva per migliorare e recuperare il tono muscolatura addominale profonda.

Se sei in lista operatoria chirurgica questa attività ti proteggerà da ulteriore peggioramento del danno.

Anche post operatorio molti chirurghi consigliano di seguire un percorso di riabilitazione addominale di tipo Hipopressivo.


Presso il Centro 9 Mesi di Pistoia potrai affidarti in ogni momento per la prevenzione, diagnosi e riabilitazione della parete addominale, contattaci subito.



22 visualizzazioni

Follow us

@9Mesi Center by Fima srl 

P.I 01339590471

Via di Porta Lucchese N°7 Pistoia 51100

Privacy Policy

Proudly created with Wix.com

  • Facebook - White Circle